Home‎ > ‎Cultura‎ > ‎Librarsi 2013‎ > ‎

Storie di calcio



Il 16 luglio 1950, contro ogni pronostico, la nazionale uruguayana di calcio vinse il suo secondo titolo mondiale, contro i favoritissimi padroni di casa del Brasile. In un clima surreale, si registrarono diverse morti, per suicidio o infarto, mentre al portiere verdeoro Barbosa toccò la condanna calcistica più grave.
A distanza di sessantaquattro anni, lo stadio Maracanã torna a ospitare la finale di un mondiale. In mezzo, le reti di Pelè e Romario, il Calcio Totale di Rinus Michels, le finte di Maradona, il fiuto di Paolo Rossi e la duttilità di Andres Iniesta.

Dolzago rivive le emozioni della Coppa del Mondo di calcio con Francesco Ratti, autore de "Futbolario-Compendio di calcio e di vita", il tifoso viola Giancarlo Castoldi e l'illustre Stefano Paolini, consulente di mercato per alcune società professionistiche e ospite di "Calcio Brasiliano" sulle reti Rai, per una serata che i palati fini del futbol non possono proprio perdere.


ą
Vividolzago,
16 ott 2013, 12:54