Eccoci qui arrivati alla seconda edizione del Rockin’ Dolzago!

Considerando il successo della prima edizione, con un migliaio di persone che si sonobavvicendate nel corso della giornata, era più che d’obbligo per noi riproporre nuovamente questa manifestazione con l’incremento dell’aspetto qualitativo del festival!

Abbiamo investito in particolar modo sulle bands che si esibiranno sui due palchi, per garantirvi non solo un’ ampia gamma di generi ma anche sulla qualità delle bands stesse.

Basti pensare alla band di punta, i The Leeches, gruppo che in passato ha aperto i concerti di band internazionali come Bad Religion e Blink 182!

E mentre l’anno scorso abbiamo avuto sul nostro palco rock Nemesi e Unsteadycore, quest’anno avremo oltre ai Leeches anche gli Audry e vi garantiamo che anche quest’anno ci sarà da divertirsi!

Abbiamo mantenuto la formula vincente del format della scorsa edizione per cui saranno presenti due palchi in due differenti luoghi della città ma vicinissimi tra loro e raggiungibili con una breve passeggiata all’interno della città. Come in passato, i due palchi saranno a tema: il primo, situato al campo sportivo, è di stampo rock e su di esso potrete vedere bands grintose che proporranno brani in stile rock ma con influenze di svariati sottogeneri, per garantire agli ascoltatori la varietà della proposta musicale. Invece, nel parco alpini, verranno proposti brani più soft, per lo più acustici e d’atmosfera.

Le band che abbiamo selezionato per il palco rock propongono tutte, rigorosamente, materiale proprio mentre sul palco acustico si avvicenderanno brani propri a cover rivisitate di artisti famosi e dunque rese personali.

Vi informiamo inoltre della disponibilità del servizio di ristorazione e dell’eventualità di ospitare vari stands, sia delle band che si esibiranno, sia di gadget rock e alternativi.

Abbiamo inoltre implementato le possibilità di parcheggio, avvicinando il più possibile i posteggi all’area della manifestazione e garantendo molti posti in più rispetto all’anno precedente. Ciò ci permette di accogliere più pubblico e ci dà la possibilità di espandere ulteriormente questa manifestazione con l’intento di unire sempre più persone possibili sotto il segno della buona musica.












Ċ
Vividolzago,
23 mag 2012, 12:55